mercoledì 20 novembre 2013

Tra un mese..

..sarà il 20 dicembre.
E allora? Che data è? Non è mica Natale!

Vero.
Ma è LA data che io aspetto.
E vi dico anche il perché:
perché sarà l'ultimo giorno di scuola prima delle vacanze, ecco perché!



E' un periodo tosto, non so più da che parte voltarmi.
C'è il lavoro solito, la scuola di tutti i giorni,
poi ci sono un bel corso di aggiornamento nel fine settimana che mi aspetta,
 i colloqui con i genitori e gli incontri con gli specialisti che si occupano di alcuni alunni.
 In più quest'anno mi è venuta la brillante idea di propormi come
referente per l'Intercultura della mia scuola
e da qui: incontri con commissioni e gruppi di lavoro vari,
coordinamento di alcuni interventi, ecc. ecc.


Allo stesso tempo, essendo mamma di due alunne 
(una di scuola primaria e l'altra di liceo linguistico)
mi aspettano i colloqui con i LORO insegnanti.

Quindi colloqui su due fronti (da maestra e da mamma)
e date che si incrociano, si accavallano e salti mortali
per farci stare tutto.


Poi c'è la gestione del negozio.
Star dietro agli ordini, rispondere alle e-mail,
bacchettare il corriere che ogni tanto sgarra,
pensare ad organizzare alcune novità..


E infine c'è la "normale" gestione della vita quotidiana.
pasti, figlie da portare/prendere a e da scuola, corsi, ecc, lavori di casa..
ma è meglio che vi risparmi i dettagli perché sapete bene anche voi come funziona.

Ecco, magari mettiamoci pure gli acciacchi vari dovuti all'età che avanza,
alla stagione e a questo schifo di clima umido che abbiamo da queste parti.

Insomma, un periodaccio..

Ecco come mai vedo il 20 di dicembre come un faro nella notte!

Ehm..dite che troverò il tempo per pensare a qualche decorazione natalizia???

Un bacio e (spero) a presto!


19 commenti:

  1. Buon lavoro allora ^^
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. vedrai che incastrerai tutto e decorerai anche la casa!!! Buon lavoro
    un abbraccio
    Elena

    RispondiElimina
  3. come si dice..."mal comune mezzo gaudio"..ahahah..quando ti leggo mi rivedo nelle tue parole!!come ti capisco!! dai che si fa presto ad arrivare al 20 dicembre!! un grosso abbraccio Elisa!!

    RispondiElimina
  4. Ti capisco!Io so che ho sempre da fare anche con i figli andati via!Forse sarà colpa del mio carattere che voglio tutto preciso.So che è sempre così!Rassegniamoci.Ma sono sicura che alla fine riuscirai a decorare casa!Baci,Rosetta

    RispondiElimina
  5. Soffro i mesi di scuola dei miei figli esattamente come se dovessi andarci ancora io. Per questo stimo enormemente chi ne fa una scelta professionale, che poi è in definitiva una scelta di vita, senza poter evitare però di strabuzzare anche un po' gli occhi...
    Poi c'è che io sono la disorganizzazione incarnata e quando leggo che riuscite a incastrare così tante cose comincio a scavare nel pavimento. PERO' quest'anno ci siamo buttati avanti: visto che gli anni scorsi il calendario dell'avvento lo iniziavamo sempre da metà, domenica scorsa ho proposto ai miei figli di prepararlo, ed è già in pole position con tutti i cioccolatini dentro. Speriamo solo di non avere un'invasione di formiche.

    RispondiElimina
  6. ...non ci hai messo il blog però...come mai? Forse perché per te è un momento di svago e non un "lavoro"? Se io dovessi fare una lista ci metterei anche la gestione del blog, che per me è diventata un peso più che un piacere (e questo mi getta nello sconforto, detto tra noi). Tu sei una tosta e in gamba, e sono sicura che saprai far fronte a tutti gli impegni. Poi, arriverai alle vacanze di Natale stremata, ma te le godrai ancora di più, proprio per questo!

    Un abbraccio :-)

    Viviana

    RispondiElimina
  7. Quando si dice che ci vorrebbero giornate da 48 ore!
    ;-)

    RispondiElimina
  8. Ma certo! E poi la semplicità è la migliore delle decorazioni, no?
    Un bacio ♥

    RispondiElimina
  9. Paola anche se solo virtualmente, tifo per te... Dai ce la puoi fare sono curiosa di vedere i tuoi addobbi, chissà che meraviglia...

    RispondiElimina
  10. Dai Paola la maggior parte di noi ha ritmi come i tuoi, e magari aspetta le ferie estive perchè non ne ha altre. Tieni duro, cosa ci vuoi fare, siamo donne, dicono che siamo il sesso debole, ma la vita che si fa dimostra esattamente il contrario. Un bacione cara e tieni duro eh! Paola

    RispondiElimina
  11. Come hai ragione... a volte vorrei tornare bambina x iniziare le vacanze il 20 dicembre!! ;)
    Hai scelto delle foto stupende, adoro!! un bacione

    RispondiElimina
  12. Paola ce la farai perché sei una donna in gamba, ma non affrontare questo periodo con ansia....tutto si aggiusta. E aspettiamo la tua casa addobbata a festa.

    RispondiElimina
  13. Almeno tu hai una data di stacco... io neppure quella ... ma ce la faremo comunque,addobbi compresi :)))
    Ciao Lieta

    RispondiElimina
  14. Come ti capisco! Lo scorso anno ero presidente di plesso... un incubo, dal quale mi sono voluta svegliare presto. Quest'anno non mi beccano più. Ora penso solo a famiglia e doppio lavoro... e mi è più che sufficiente, ma presto presto .... ne vedremo delle belle =)
    Quando vieni??
    Silvia

    RispondiElimina
  15. Mi son stancata per te cara...forse le tue giornate servirebbero di 45 ore!!!
    accetta il consiglio di Silvia...va' da lei e rilassati coccolata dalle sue torte e dalla calda atmosfera che si respira da loro...
    Un caro abbraccio
    Lelia

    RispondiElimina
  16. Ma certo che ce la farai Paola..e chissà che belli saranno i tuoi addobbi!...hemmm...mi hai messo un dubbio...ma io ce la farò?
    Dai che il 20 arriverà in fretta!
    Un bacione cara!
    Anna

    RispondiElimina
  17. Ciao ero in giro sulla blogosfera e mi sono imbattuta nel tuo blog! Complimenti e.... come ti capisco, il yempo non basta mai! Un saluto e passa a trovarmi!

    RispondiElimina
  18. Condivido cara Paola e ti capisco bene , ma le tue immagini bellissime mi hanno tirato su il morale e un passetto alla volta vedrai che riusciremo a fare tutto ( o quasi ma va bene lo stesso !)
    Maddalena

    RispondiElimina

Thank you for your your comment: it is precious and very welcomed!